1995 / L’esperienza con Vittorio Belli

Un ‘monumento’ dello strato creativo della mia terra. Siamo nell’estate del 1995 e Vittorio Belli è da tempo uno tra i migliori illustratori nella comunicazione didattica e pubblica utilità. E’ così, che uno stage di poche settimane mi convince — come se mai ce ne fosse stato bisogno — che la via della comunicazione appena intrapresa è quella corretta. L’artista, immerso in un ambiente modesto ma incredibilmente ricco d’ispirazione, tra chine e pastelli — schivo e di poche parole — parve soddisfatto del lavoro svolto: uno studio visivo per un progetto europeo legato alla cultura. Grandi soddisfazioni per me, all’epoca 16enne.

IL MIO LAVORO: